08/01/11

lunedì, agosto 01, 2011

ARANCIONE


I colori sono simboli, basta non prenderli troppo alla leggera
Arancione

Quando nel 1993 - discutendo con Ivano, che si stava attivando per la grafica della campagna elettorale per le amministrative di Grugliasco - scegliemmo il colore arancione come motivo centrale di tutti gli strumenti di propaganda, ci erano chiarissime le ragioni. Tangentopoli aveva spazzato via i partiti (e i colori) che avevano segnato la vita di tutti noi, le organizzazioni politiche che conoscevamo stavano sparendo o si stavano trasformando, spesso per non cambiare sul serio, come la storia successiva ci ha insegnato e ci sta ribadendo.
Io ero e sono un ecologista convinto, dunque verde, ma capeggiavo una coalizione con una lista civica e la Rete, quella di Leoluca Orlando e avrei fatto loro un torto se avessi sposato il colore di una delle liste che mi appoggiavano. Ci voleva un colore nuovo, “altro” ,che indicasse novità, serietà, allegria, cambiamento, leggerezza e forza immensa: ecco la scelta dell’arancione.

L’ITALIA CHE VOGLIAMO


Lo specchio del paese
non dimentichiamolo, neanche mentre andiamo in vacanza!

Me l’ha mandata Franco, suggerendomi di riportare anche la traduzione. 
Da bene l’idea di quale sia oramai la reputazione dell’Italia, ma soprattutto di quale sia la difficoltà di operare di un governo talmente sputtanato da far sì che Tremonti venga considerato l’unica garanzia ancora spendibile nel mondo. Sì, Tremonti, l’inquilino a sua insaputa, proprio lui.

Ho pensato di non riportare la traduzione, nella sua crudezza è meglio in inglese.

TOPOLINIA: PIU’ VACANZE PER TUTTI!


Dopo il lavoro, il riposo. Dopo l’impegno, il relax. Anche i potenti sono topi.
Topoloni in vacanza, la città respira




Ci siamo, finalmente! Anche i topoloni che governano Topolinia si preparano ad andare in vacanza, per godersi un po’ di meritato risposo. Qualcuno in vacanza c’è da almeno quattro anni – e a spese dei topolini che pagano le tasse -, ma nessuno sembra farci caso. Anzi, c’è ancora chi pensa che sia meglio così, almeno si riducono i danni. 
Va in vacanza il Sua Nullità, non si sa se con o senza corte, ma i topolini penseranno a lungo che sia ancora in città perché non troveranno apprezzabili differenze fra le due condizioni.
Va in vacanza il suo sodale, Faccia da Bambi - quello che il lavoro…., principio adesso esteso alla famiglia – non senza aver prima discettato di legalità e correttezza amministrativa in qualcuno dei convegni in cui si trascina a spese della collettività. Tutto questo per poi fare il contrario a Topolinia, tanto i topolini sono tutti scemi e non se ne accorgono. Prima di partire ha dato un giro di vite allaMangiatoria s.r.l., ancora mai volessero fare un po’ di testa loro…