08/11/10

mercoledì, agosto 11, 2010

BRUTTO CLIMA, RISCHIO DEMOCRATICO


Un articolo di Flores D'Arcais sul Fatto

Il Presidente del Consiglio chiama a raccolta i suoi utilizzando un linguaggio fascista e sottintendendeo contenuti fascisti. In tutta risposta il meglio del gotha democratico cinciscia in tatticismi tardocomunisti, i leaders dei partiti gocano a distinguersi e tutti fanno finta che sia normale.

Non è normale, lo vede anche un bambino. Non è normale che si usi un linguaggio eversivo caricando di pathos una battaglia politica che è sempre più virulenta. Non è normale che nessuno dei centrosinistri racconti le storie che sentiamo dai vari Bocchino e Granata, diventati all'improvviso fustigatori di costumi e giustizieri della corruzione. Non è normale che si sia rinunciato a spiegare a questo paese che il premier è un delinquente, condanato e acclarato... e tutto questo in nome di strani tatticismi della cui bontà sembrano convinti solo più i commentatori al soldo del cavaliere.
Non è normale che i nostri siano soventi troppo simili agli altri, avendo sposato una visione del potere che scavalca l'istituzione,  viola le regole trattandole al più come strumento per raggiungere scopi e obbiettivi di parte.