novembre 2009

lunedì, novembre 30, 2009

Tia, a Beinasco scatta il rimborso



clicca sull'immagine per leggere l'articolo

I cittadini di Beinasco verranno rimborsati dell'Iva indebitamente pagata per la bolletta dei rifiuti. E' il frutto della mozione presentata in Consiglio comunale dal Pd e recepita dall'amministrazione beinaschese (passata dalla Tarsu alla Tia nel 2005): niente più Iva nella bolletta dei rifiuti e rimborsi per quanto pagato negli anni precedenti.
Quella della Tia è una vicenda che negli ultimi mesi è stata molto discussa sui banchi dei vari Consigli comunali: sull'utlimo numero di "Punto di Vista", il direttore Giovanni Lava l'ha affrontata in un articolo che ha definito la Tia "una tariffa nata male e finita in una porcata".
La notizia del rimborso Iva per i cittadini di Beinasco è invece contenuta in un articolo firmato da Gabriella Serravalle e pubblicato venerdì 27 novembre su Luna Nuova.

MARIANO SU VIDEOGRUPPO - 1 DICEMBRE 2009





Martedì 1° dicembre Mariano Turigliatto sarà ospite del programma "PRIMA SERATA" condotto da Massimo Tadorni su VP Videogruppo Piemonte.

IN DIRETTA dalle 20.30 alle 22.00

TEMA DELLA PUNTATA
"EMERGENZA LAVORO e LA CRISI ECONOMICA
CHE ATTANAGLIANO LA NOSTRA REGIONE"

ci sarà la possibilità di telefonare in diretta agli ospiti

venerdì, novembre 27, 2009

LA BARBARIE DELLA POLITICA MALATA


Neanche più il coraggio di firmarsi con nome e cognome veri! L'imbarbarimento della lotta politica si arricchisce di tecniche mafiose, quali le finte lettere firmate per gettare discredito e fango su tutto quello che non obbedisce alla politichetta locale. Così, su Luna Nuova compare una lettera firmata da una persona che non esiste. Per fortuna ce ne accorgiamo e segnaliamo la cosa al giornale, che pubblica. Ma chi doveva controllare? Di seguito le due lettere. Però, che brutta aria! Mariano



<<---- CLICCA                            CLICCA ---->>

giovedì, novembre 26, 2009

PRESETIK da sabato 28 a LE SERRE




Per il sesto anno consecutivo alla “Nave” del Parco “Le Serre “ di Grugliasco (via Tiziano Lanza 31) ritorna “Presetik”, l’appuntamento con la solidarietà in vista del Natale: 300 presepi provenienti da tutto il mondo e oltre 400 batik mozambicani portano alla scoperta del mondo dell’artigianato equo, dove trovare l’idea giusta per un regalo speciale.

Si tratta di un regalo ad alto valore aggiunto, che aiuta giovani e donne del Mozambico e del Burkina Faso nella lotta alla povertà e alla fame e a migliorare la loro condizione di vita aprendo nuove speranze per un futuro più giusto e migliore.
L’attività è parte di un progetto del Comune di Grugliasco (“Natale Insieme”) aperto a numerosi incontri per valutare assieme le azioni di solidarietà in Africa e le iniziative sulla pace.

L’intero ricavato della mostra verrà utilizzato dall’Associazione di volontariato SOLE per finanziare i progetti in Mozambico e in Burkina Faso.

La mostra apre sabato 28 novembre e rimarrà aperta fino a martedì 8 dicembre. Ingresso libero, orario festivi 10 - 24, feriali 17 – 20.
Sabato 28 novembre, alle 11, è prevista l’inaugurazione. Dalle 17 in avanti, aperitivo equo solidale e serata di balli e musiche a ingresso libero a cura del gruppo Terminal Traghetti (pizzica e taranta).

Info: info@soleonlus.org oppure direttamente sul sito della associazione SOLE Onlus http://www.soleonlus.org

martedì, novembre 24, 2009

Una questione di vita o di morte





“Una questione di vita e di morte – Una veglia per E.E.”, con Beppino Englaro giovedì 26 novembre al Piccolo Teatro Perempruner di Grugliasco (piazza Matteotti 39, tel. 011.787780 – 011.7808717) dalle ore 21 in anteprima regionale.
Scritto da Luca Radaelli, in collaborazione con Beppino Englaro, vedrà lo stesso Luca Radaelli al pianoforte e Marco Belcastro alla chitarra. A seguire, il dibattito con Beppino Englaro, Gustavo Zagrebelsky (professore ordinario di Diritto costituzionale all'Università degli studi di Torino), Elena Nave (Cattedra di Bioetica all’Università degli Studi di Torino e co-autrice, assieme a Beppino Englaro, del volume “Eluana, La libertà e la vita”), Pietra Selva Nicolicchia (presidente della “Compagnia Viartisti Teatro”), Antonio Damasco (presidente del “Teatro delle Forme”) e Luca Radaelli (direttore artistico di Teatro Invito e dell'Associazione Ultimaluna).

Biglietti a 10 euro, ridotti 7 euro.

Come affermano gli autori dello spettacolo:
“In tutte le culture, la morte è un fatto naturale. Dall’Irlanda all’isola di Bali, dalla Calabria alle steppe russe, le comunità si riuniscono a vegliare il morto con canti e racconti, mangiando o ubriacandosi. Noi vogliamo riprendere questa tradizione: proporre una veglia, laica, anche per chi non ha avuto questa possibilità.
Nel caso Englaro abbiamo assistito a una sorta di veglia mediatica a reti unificate, dove la polemica sostituiva la pietà. Addirittura c’è chi ha parlato di cultura della vita opposta a cultura della morte. Viviamo in una società che vende modelli di giovinezza e prestanza e la morte cerca di dimenticarla, occultarla, esorcizzarla.
Vogliamo invece parlarne. Citando Dante, Shakespeare, Sofocle (Beppino Englaro, come Antigone, sfida la ragion di stato per amore). Vogliamo riflettere attraverso canti, letture, brani poetici. Per capire come vita e morte sono le due facce della stessa medaglia”.

Info: viartisti@fastwebnet.it / www.viartisti.it

venerdì, novembre 20, 2009

Il manifesto di Turigliatto




Quattro temi per l'istruzione: qualità, uguaglianza, innovazione e futuro.
Sono quelli che campeggiano sul manifesto con il volto di Mariano Turigliatto che da ieri risulta affisso sui muri di Grugliasco, Collegno, Rivoli, Pianezza, Venaria e Torino.
Quattro temi che rappresentano pure i muri portanti della legge regionale sulla scuola che Turigliatto promuove sul numero più recente di "Punto di Vista", il periodico del Gruppo consiliare "Insieme per Bresso" che potete scaricare in formato pdf da questo stesso sito.

Con Turigliatto è "Rosso di sera"




Mariano Turigliatto sarà tra gli ospiti di "Rosso di Sera", oggi dalle ore 21.30, su Rete7 Piemonte. La trasmissione condotta da Dario Rosso, va in onda dalle 21 in diretta e, nella puntata di oggi, potrà contare anche sulla presenza dell'assessore regionale al Commercio, Sergio Ricca; dei consiglieri regionali Gian Piero Clement (Rifondazione comunista), Gianfranco Novero (Lega Nord), Mariano Rabino (Pd) e Deodato Scanderebech (Udc) e della consigliera provinciale ed ex candidata alla presidenza della Provincia di Torino, Claudia Porchietto (PdL).

mercoledì, novembre 18, 2009

Due concerti per Thomas Sankara






"The fire next time", doppia incursione sonora e di voci nella storia del Burkina Faso e nella “dimenticata” rivoluzione burkinabè di Thomas Sankara, presidente del Burkina Faso dal 1983. assassinato con dodici suoi collaboratori a Ouagadougou il 15 ottobre 1987. Ricorre quest’anno il 60esimo anniversario della sua nascita.
Un intervento sul capitalismo, sull'Italia di oggi e sulla crisi finanziaria: Grooves e citazioni di capoeira, kwela music, Ornette Coleman e John Coltrane, oltre a materiale originale e improvvisato, interagiscono con la recitazione, ora in primo piano, ora sullo sfondo.

Lo spettacolo sarà dedicato al giovane burkinabè Abdoul Guiebrè, massacrato a colpi di spranga il 14 settembre 2008 a Cernusco sul Naviglio (Mi).
I musicisti: Andrea Ayassot: sax soprano; Daniele Bertone: percussioni; Daniele Ughetto: basso elettrico e Andrea Ughetto: voce recitante, pianoforte e flauto traverso.
Doppio appuntamento: giovedì 19 novembre (ore 22) al Caffè Basaglia, di via Mantova 34,  Torino; venerdì 4 dicembre (ore 21) all’area espositiva “La Nave” del parco “Le Serre” di via Tiziano Lanza 31, Grugliasco.

venerdì, novembre 13, 2009

"Punto di vista", il nuovo numero




E’ andato in stampa pochi giorni fa il nuovo numero di “Punto di Vista”, il periodico del Gruppo Insieme per Bresso stampato in oltre 50 mila copie e distribuito gratuitamente nella provincia di Torino e in altre zone del Piemonte.

Grande protagonista del nuovo numero di “Punto di Vista” è la scuola. Definita in prima pagina “grande malata” e poi radiografata in quattro pagine che ne analizzano luoghi comuni, proposte ed esperienze di qualità. Nell'articolo di fondo, il consigliere regionale Mariano Turigliatto lancia anche l'idea per una legge regionale sulla scuola.

Lo stesso Turigliatto annuncia peraltro - nell'intervista rilasciata al direttore di "Punto di Vista", Giovanni Lava - che si ricandiderà con Mercedes Bresso alle Regionali 2010.

All'interno del giornale, notizie provenienti da: Alessandria, Borgaro, Boves, Candiolo, Caselle, Collegno, Grugliasco, Mappano, Pianezza, Rivoli, Torino, Venaria, Vercelli e valle di Susa.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL PDF DI "PUNTO DI VISTA"

MARIANO INTERVIENE SUL POLITECNICO DI TORINO



Nel corso della seduta consiliare dello scorso martedì 3 novembre, Mariano Turigliatto interviene sulla delicata questione della chiusura delle sedi decentrate del Politecnico di Torino, denunciando la scure dei tagli e mettendo in risalto la dubbia qualità degli atenei nazionali e locali secondo le stime dell'Ocse

giovedì, novembre 12, 2009

LIBERA TESTA I CONSIGLIERI REGIONALI






In un momento molto particolare della politica nazionale, in una sequela di test che coinvolgono l'establishment italico, a partire da quello sull'antidoping, l'associazione piemontese che fa capo a Don Ciotti e al Gruppo Abele, LiberaPiemonte, ha proposto nei giorni scorsi un "Test Etico" ai consiglieri regionali in vista delle prossime elezioni amministrative del marzo 2010.

mercoledì, novembre 11, 2009

TURIGLIATTO: SU MAPPANO IL CASO NON E' CHIUSO




Dopo la sentenza del Tar che bocciava il referendum per promuovere Mappano a comune, in Regione si sta tentando il salvataggio della consultazione elettorale referendaria con un progetto di legge atto a prorogare la data della consultazione popolare mappanese.

martedì, novembre 10, 2009

I MURI DA ABBATTERE






Mentre il mondo occidentale - e non solo quello - festeggia i 20 anni dall'abbattimento del muro di Berlino, giova ricordare che fu il prodotto del fallimento delle società del socialismo reale, incapaci di coniugare eguaglianza, giustizia sociale, opportunità con la valorizzazione ed il rispetto delle libertà individuali, inclusa quella di consumare gli scintillanti prodotti disponibili a basso prezzo nell'occidente.
Meno male che è finita la guerra fredda, che la cortina di ferro è un lontano ricordo del secolo breve, che si può andare dappertutto e con tutti, che c'è abbondanza di cose da comprare e consumare, meno male che c'è la libertà. Resta da decidere dove andare, cosa consumare, cosa fare dell'abbondanza e come spendere al meglio la ritrovata libertà. Restano i tanti muri da abbattere, alcuni dei quali nemmeno si prendono in considerazione: lo sfruttamento delle risorse, la povertà, le malattie, le ingiustizie, le malavite.
Ma questa è un'altra storia.

Mariano

venerdì, novembre 06, 2009

INTERROGAZIONE SULLA SOLVAY SOLEXIA (AL)



Mariano ha presentato interrogazione a risposta scritta alla Giunta regionale in merito alla bonifica dell'area Solvay Solexia di Spinetta M.go in provincia di Alessandria.
Nel mese di maggio 2009 veniva lanciato l'allarme dallo stabilimento della Solvay Solexis per una verosimile perdita di cromo esavalente con interessamento delle falde acquifere adiacenti l'Azienda. In data 22 maggio, poi, il sindaco di Alessandria emetteva un'ordinanza in cui si inibiva l'utilizzo dei pozzi della falda superficiale in un'area intorno allo stabilimento, sia per usi potabili sia per usi destinati all'alimentazione di animali.

giovedì, novembre 05, 2009

UNIVERSITA': E' SOLO UN PROBLEMA DI SEDI DECENTRATE?


Il Senato accademico del Politecnico di Torino ha deliberato un drastico ridimensionamento delle attività e delle sedi decentrate, scatenando le proteste degli studenti e  degli amministratori che hanno sovente impegnato risorse pubbliche per ottenere la loro "piccola università". Il ridimensionamento è frutto di una applicazione delle misure Gelmini ancora prima che esse siano varate, ma rappresenta anche una risposta alla riduzione delle risorse per gli atenei italiani.
Rischiano di andare perse esperienze locali anche piuttosto importanti e produttive, ma quello che colpisce è che - senza consultare nessuno e muovendosi come se intorno non ci fosse una regione, un sistema produttivo, una società, altre università - il Politecnico ha rimesso in discussione il modello di "università diffusa" che ha caratterizzzato il Piemonte negli ultimi vent'anni.
Così anche le scelte migliori finiscono per produrre danni e  guasti. Forse sarebe stato meglio che anche al Poli si interrogassero sulla discesa progressiva degli atenei piemontesi e italiani nelle classifiche di qualità  mondiali ed europee. Forse dovrebbero interrogarsi anche loro sulle ragioni che hanno determinato un drastico calo delle iscrizioni di studenti stranieri, fino a 10 anni fa vero fiore all'occhiello dell'Università e del Poli.

Mariano

martedì, novembre 03, 2009

LA NOTA SUL CONSIGLIO REGIONALE







Nell'ultima seduta del Consiglio regionale del Piemonte è stata approvata la legge per la tutela dei cani e dei loro padroni, norma che prende lo spunto dal ripetersi di episodi in cui cani, spesso maltrattati, aggrediscono le persone.
A livello nazionale e regionale esistono già norme e interventi in materia: per esempio sono vietati l'addestramento e operazioni di selezione o di incrocio tra razze di cani con lo scopo di svilupparne l'aggressività, ma anche il taglio di coda e orecchie e la recisione delle corde vocali, se non per ragioni strettamente curative.

lunedì, novembre 02, 2009