TRANSUMANZE

domenica, settembre 22, 2019

TRANSUMANZE


Mentre le sempre più rade mandrie e greggi scendono a valle dopo un'estate sugli alpeggi, anche la politica registra le sue transumanze autunnali...

La stagione non felicissima dei 2mattei comincia a produrre i suoi effetti  anche nel recinto del bestiame politico: come mi colloco? Cosa mi conviene fare? Quali ordini dal capobastone?
Nel sud abbandonano la Lega personaggi dal passato non proprio specchiato e dal presente piuttosto torbido, li aveva imbarcati Salvini e aiutati a farsi eleggere nelle istituzioni. Dicono che la Lega non si occupa del sud (ma và) e, forti di questa nuova certezza, si piazzano in partitini dai nomi civettuoli.
Nel centro qualche scricchiolio lascia sperare che la marcia trionfale che il Salvini immaginava in Umbria, Toscana ed Emilia Romagna possa essere costellata di sorprese, tutte ancora da centellinare.

Nel nord - oltre ai leghisti di quassù che non sembrano gradire troppo la svolta destroide impressa al movimento e che l'hanno sopportata fin quando ha garantito prebende, posti e speranze da soddisfare - qualcosa sembra essersi incrinato, per adesso non in modo irreparabile. La figura del cioccolataio che ha segnato l'estate post-Papetee di Salvini non l'ha aiutato di sicuro e neanche i primi sintomi di crisi di astinenza da poltrone.
Poi è arrivato l'altro Matteo, come Salvini un camaleonte: prende il colore dell'ambiente, a cui si conforma anche idealmente, almeno per tutto il tempo che serve a capire a quale migliore ambiente conformarsi poi per coltivare il proprio tornaconto sempre.
Il Renzi lancia un movimento tutto suo, articolato per circoli locali: quale migliore occasione per un po' di riciclo di gente che non è mai stata utile al paese, che spesso ha procurato danni, ma che ha l'immarcescibile capacità di risorgere vergine transumando con la stessa sicumera della volta prima? Pronti a spiegare mondo le nobili ragioni dell'ennesima giravolta. E poi via al tormento social di quelli che vanno (e spiegano il travaglio interiore e al posteriore) e quelli che, nonostante tutto, restano (idem). Gente a cui non affideresti nemmeno la gestione del condominio approfitta dell'occasione  - qualcuno li considererà, fosse anche solo i giornalisti che fanno i pezzi che legge solo il ceto politico - per lasciarsi andare a considerazioni che neanche Cicciolina ai tempi del Partito dell'Amore.
Siccome i partiti sono pieni di gente così, i pochi capaci sopravvissuti in un angolo a mimetizzarsi per non essere ulteriormente emarginati, il bestiame transumante è sempre più numeroso. Somiglia però alle mandrie bovine solo per lo spesso strato di merda che lascia lungo le strade: purtroppo, invece di concimare, diserba perché è roba davvero tossica.
Mariano