Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

La Nota sul Consiglio regionale.

Anteprima

di Patrizio Brusasco

 

Molte le iniziative prodotte durante l'ultima seduta del Consiglio regionale del Piemonte. Una legge per misurare l'impatto delle politiche pubbliche sui cittadini e le cittadine piemontesi e contribuire a eliminare ogni forma di discriminazione contro le donne: è stata approvata - con 30 sì della maggioranza e 8 non votanti della minoranza - dal Consiglio regionale nella seduta del 10 marzo. "E' una legge importante - ha dichiarato la consigliera Spinosa - che colloca il Piemonte in sintonia con quanto prevede la Comunità europea, la Costituzione italiana e lo Statuto regionale, e conferma la sua vocazione a combattere in prima linea la doppia discriminazione di cui le donne sono spesso vittime rispetto agli uomini. Il bilancio di genere è un efficace strumento per monitorare la distribuzione delle risorse in un'ottica di genere e per individuare le priorità e le azioni necessarie per ridurre le ineguaglianze tra uomini e donne".

La legge stanzia 400.000 euro nel triennio 2009-2011 per istituire il bilancio di genere in Regione e diffonderlo tra gli Enti Locali; redigere un Rapporto annuale sulla condizione femminile per disporre di dati confrontabili a livello piemontese, nazionale ed europeo, e sensibilizzare, promuovere, una cultura di parità.

Sono stati poi approvati la delibera sul dimensionamento scolastico e parallelamente due ordini del giorno, sottoscritti da tutti i gruppi consiliari, che chiedono che dal prossimo anno l'Assemblea regionale possa esercitare compiutamente il proprio ruolo di indirizzo in materia di dimensionamento delle autonomie scolastiche del Piemonte.

Il Consiglio ha altresì approvato, a larga maggioranza,  la delibera che istituisce la Commissione speciale di indagine sull'Associazione Premio Grinzane Cavour, con il compito di acquisire informazioni sulla gestione e sull'utilizzo dei contributi regionali concessi dal 1 novembre 1996 a oggi. La Commissione dovrà terminare i propri lavori e riferire al Consiglio regionale entro quattro mesi dal suo insediamento.

E' stato poi approvato un ordine del giorno  sulle quote latte in relazione alla modifica del decreto legge 4/09 del ministro Luca Zaia, già votato dal Senato e ora in discussione alla Camera, mentre non è stata accolta la richiesta della minoranza di istituire una Commissione d'indagine sulla Società Interporto Torino (SITO), ribadendo che l'argomento sarà approfondito dalla Commissione consiliare Trasporti che ha ricevuto il consenso dell'Ufficio di presidenza del Consiglio a svolgere un'indagine conoscitiva sulla Sito e sulla gestione dei beni patrimoniali Consepi.

 

 

 



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit