Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

LA NOTA SUL CONSIGLIO REGIONALE.

di Patrizio Brusasco

Nell'ultima seduta del Consiglio regionale del Piemonte sono stati approvati alcuni provvedimenti, con lo scopo di rendere la macchina amministrativa regionale sempre più snella, economica ed efficiente.

In primis è stato dimezzato il compenso percepito dal Difensore Civico, mentre, per quanto concerne i rimborsi spese dei viaggi sul territorio nazionale degli ex-consiglieri regionali, si è deciso di annullare del tutto tale privilegio.

Queste due proposte vedevano come relatore il vicepresidente dell'assemblea consiliare, Roberto Placido, che ha dichiarato: "questi provvedimenti non compromettono né il ruolo del Difensore civico né l'autorevolezza dei Consiglieri delle passate legislature, la cui esperienza continuerà a costituire un patrimonio inestimabile per le istituzioni regionali".

Un ulteriore taglio ai costi della politica è stato inoltre quello relativo alla soppressione del Crop (Comitato regionale sulle opere e lavori pubblici): la nuova norma, sempre volta al contenimento e alla razionalizzazione della spesa pubblica, demanda alla giunta l'attribuzione delle competenze dell'organismo a una struttura tecnica regionale.

Infine, il taglio di Internet per i consiglieri regionali. L'ufficio di presidenza, infatti, a causa dell'eccessiva spesa relativa al servizio in questione e, ancor più, non potendo verificare l'uso sempre istituzionale del medesimo ( e non per scaricare quindi film, musica o immagini extra-professionali), ha deciso di limitare l'uso della navigazione con il sistema Umts per i consiglieri regionali, a cui saranno addebitati, una volta superati i limiti fissati, i costi del servizio utilizzato.

Alla fine del dibattito, peraltro, la presidente Bresso ha ancora espresso la sua volontà di abolire il Coresa (Comitato regionale sulla sanità).

 



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit