Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

LE MIE PRIGIONI 3

Una prima rassegna dei soldi stanziati e dei costi sopportati dai miei concittadini per le querele del sindaco e della sua giunta quando si chiedono spiegazioni sul loro operato.
Paga Pantalone!

tribunale Dopo la prima e la seconda puntata delle prodezze del sindaco di Grugliasco e dei suoi fidi - in attesa della terza che è lunga e succulenta e certamente non mancherà di divertirvi –, una piccola ricognizione sui costi sopportati dal Comune fino al 18 aprile di quest’anno. Non so dire se ne ha sopportato altri successivamente, ma credo proprio di sì. Non ho ancora le pezze giustificative perché ho atteso qualche mese prima di riformulare la domanda, ma non vi è dubbio che lo farò.
Il debutto è la Deliberazione n. 318/2004 della Giunta (tutti presenti) che conferisce l’incarico all’avvocato GA, stanziando €. 1.000 (il resto lo pagherà l’assicurazione del Comune, scrivono i nostri prodi e coraggiosi individui). Il 31 dicembre (Capodanno!) il Dirigente liquida la spesa di € 970,00. Siccome però l’avvocato ha presentato una nota spese di € 1224,00, i soldi non bastano e allora il Dirigente aumenta gli € 1.000 euro originali fino a € 1.224 (Determinazione n. 46 dell’ 11/02/2005). La causa, la prima, langue e il Comune non stanzia altri soldi per le spese legali per tutto il 2006.
Questo fino al 27 febbraio 2007 quando sindaco e assessori si rimettono al lavoro incaricando lo stesso avvocato GA di presentare nuova querela nei miei confronti e di Marco Sodano, giornalista de La Stampa (Deliberazione n. 61/2007).
D’altra parte di stanno avvicinando le elezioni amministrative… Per le spese legali si stanziano i soliti € 1.000, ma già il 5 aprile del 2007 l’avvocato incaricato spediva al Comune una proposta di parcella che ammontava a € 4.448,00.  I soldi per pagarla non sono stati stanziati… e allora lo fa il Dirigente il 22 giugno del 2007 – il mazzù ha appena vinto le elezioni amministrative – aggiungendo € 5.000 ai denari precedentemente stanziati.

Ma c’è anche la terza querela. Stessa trafila: delibera della Giunta n. 321 dell’ 11 dicembre 2008, con incarico allo stesso avvocato e i soliti € 1.000 di stanziamento per le spese legali. La giunta e il sindaco si fanno un regalo di Natale a spese dei Grugliaschesi.

Ricapitolando, per quanto mi è dato di capire dalle carte ufficiali: stanziati per l’avvocato di fiducia del sindaco (si vede che quello del Comune non gli andava bene) fino al 18 aprile dei quest’anno  € 9.000,00. Liquidati a seguito di presentazione di parcella € 3.672,00. Siccome l’ultima delle parcelle liquidate risale all’aprile del 2007 e le cause hanno prodotto molto lavoro solamente dopo, mi aspetto che l’avvocato di fiducia debba ancora inviare al Comune le sue parcelle o che l’abbia fatto dopo il 18 aprile scorso.

Considerato che due cause su tre l’amministrazione le ha perse e la terza si è conclusa con una remissione della querela, dopo anni di udienze nei Tribunali, il saldo non è certamente dei migliori.

La maggioranza del sindaco ha altro da fare che chiedere chiarimenti su queste cose: ha da pensare se fare le primarie e come, non può mica controllare come spendono i soldi gli amministratori della città.
A giorni la prossima puntata.

Mariano



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit