Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

Il dilemma dellinceneritore.

Il problema è: serve o non serve un secondo inceneritore nella Provincia di Torino?

La Provincia di Torino ritiene di sì. Ma il suo piano provinciale dei rifiuti non tiene conto della normativa nazionale ambientale (d.lgs. 152/06 e legge 296/2006) che prevede il raggiungimento graduale del 65% di raccolta differenziata entro il 31 dicembre 2012, fissando i seguenti obiettivi intermedi:
• entro il 31 dicembre 2007 il 40%;
• entro il 31 dicembre 2008 il 45%;
• entro il 31 dicembre 2009 il 50%;
• entro il 31 dicembre 2010 il 55%;
• entro il 31 dicembre 2011 il 60%.

Considerato che gli ultimi dati di Ecosportello, sulla raccolta differenziata in Piemonte vanno nella direzione degli obiettivi del d.lgs 152/06, è proprio necessaria la spesa di circa 300 MILIONI DI EURO per un secondo inceneritore nella provincia di Torino? 

 SAITTA

 

 

 



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit