Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

INIZIATIVA: Un computer per ogni bambino.

di Eva Milano

Il sogno di Nichols Negroponte ha come ideale obiettivo di fare in modo che i paesi del Terzo mondo abbiano accesso all'informazione e alla comunicazione. Così ha pensato che il mezzo debba essere internet, che i destinatari debbano essere quelli che cambieranno il mondo domani, i bambini, e che lo strumento non debba costare più di cento dollari. Così nasce l'operazione One Laptop Per Child. Il laptop di Negroponte è robusto, colorato e non ha bisogno di energia elettrica, perché va a manovella. In realtà costa un po' di più, per adesso. Finora questi portatili sono stati commercializzati attraverso una formula limitata. Una nazione che volesse regalare un certo numero di laptop poteva comprarne un minimo di ... e donarli ai paesi in via di sviluppo.

C'è un'interessante evoluzione. Lunedì 12 novembre i privati cittadini statunitensi potrannno prenotare e comprare un pc per sé regalandone un altro a un bambino meno fortunato oltreoceano. L'operazione pilota si chiama Give one get one, ne compri uno e ne regali uno per 399 dollari. Se va tutto bene non ci vorrà molto perché anche in Italia sia possibile acquistare il laptop con la stessa formula. A giudicare dal successo dell'iniziativa dell'OLPC e dalla velocità con cui il progetto evolve e si amplia, faccio un pronostico, un annetto circa.

Entusiasti dell'idea, qui da Mariano stiamo cercando di accedere all'acquisto di qualche esemplare mobilitando gli zii d'America. Vi faremo sapere.

 



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit