NOVITA'
latest

468x60

header-ad

venerdì, giugno 18, 2010

TOPOLINIA: SI AVVICINA IL COMUNE NEL PARCO!

Gente stramba a Topolinia. Devono costruire una casetta per gli ecovolontari, dove la fanno? Nel parco, ovviamente! Non al bordo, o magari in una zona senza erba e piante... no nel prato, sotto le fresche frasche, con battuto in cemento e panchine all'esterno. Sono ambientalisti gli amministratori di Topolinia, mica come quei consumatori di suolo dei loro amici dei comuni vicini!
Talmente ambientalisti, amanti della natura e degli animali, che adesso davvero stanno per cominciare a spendere soldi pubblici per studiare la fattibilità del municipio nel parco. C'è bisogno di pagare qualcuno perché studi? Anche un bambino lo vede che non si può e si deve fare.
I topolini più accorti pensavano che l'istante di ebbrezza da vin santo del topo-capo lo avesso convinto - oltre che a baciare le pile con ancora maggiore intensità - anche a lasciar perdere questa follia. Niente: nemmeno l'ascoltato suo compare Gigi lo smilzo può nulla..., pare che perfino l'altro suo socio, Rebb no-job (nel senso che non ha mai lavorato fuori dalla politica in vita sua) abbia espresso parecchie perplessità abbandonando per un istante le sgomitate con il rivale Steve Omnibus (per via del suo lacerante conflitto interiore).


Johnnie falce martello (per via delle sue nostalgie ricorrenti) viene maltrattato dal topo-capo e nessun cortigiano dice niente, neanche Mork senzapalle, che strepita sul blog ma tace davanti alla mirabilia del potere. Che brutto spettacolo a Topolinia... non sarà certo il parco a ingentilire questa desolazione.
Qualche tempo fa un topone, tal Topolanek cecoslovacco, venne immortalato a villa Certosa sul bordo della piscina con il pistolino all'aria e nella posizione invidiata. La foto fece il giro del mondo, guardata più dai maschi che dalle donne, per via dell'invidia per la condizione e le dimensioni.
Che la voglia di fare il palazzo del municipio nel parco sia un po' la stessa cosa?  Da Topolinia a Topolonia.

Ah! Quasi quasi dimenticavo: lo studio lo farà Pavoni (vedete che sono ambientalisti...) non sappiamo scelto come. Il costo ' di 23.000 euro. Pagate topolini furbacchioni!

Pippo
« PREV
NEXT »

7 commenti

  1. sono contrario alla realizzazione nel parco della nuova sede municipale,per motivi ovvi che attengono principalmente alla compromissione di uno spazio pubblico immerso nel verde e nel centro della città,merce rarissima;piuttosto recupererei ad altro uso lo spazio ora appannaggio quasi esclusivo dei giostrai o del parcheggio del sabato.Ma in realtà sono rimasto simpaticamente stupito dalla descrizione di topolinia e sopratutto dai nomi dei personaggi che la popolano ,un paio credo di conoscerli;ti conosco come politico scaltro oltre che intelligente,e quindi credo che questa tua scelta di irridere così pesantemente su uomini che pure sai essere al momento importanti per lavorare politicamente per il futuro di grugliasco abbia una sua ratio:sarà che hai in mente una proposta in grado di sovvertire topolinia? Oppure sei convinto che inesorabilmente questa città sia senza speranza e dunque almeno la soddisfazione della denuncia anche attraverso la satira ? ai tuoi lettori il quesito a te una risposta.
    saluti franco

    RispondiElimina
  2. Ho girato la tua osservazione a Pippo, insieme alla tua domanda. Ero curioso anche io di sapere che cosa ne pensasse. Mi ha risposto più o meno così:
    "Credo di aver scritto cose vere e l'ho fatto sulla scorta di una indignazione che non riesco più a trattenere. Penso che questi siano degni allievi di Berlusca non solo per quello che fanno, ma soprattutto per come pensano. Tu, Mariano, dovresti saperne qualcosa...
    Da come fanno, da come pensano ai rapporti con i cittadini, dal modo con cui trattano la dialettica democratica, da come si atteggiano e intervengono nelle questioni... non credo che possano essere i miei candidati alla Grugliasco che verrà. Credo anche che sarebbero una sciagura. Speravo - e ancora non ho smesso di farlo - che almeno alla fine di questa stagione prendessero le distanze da pratiche brutte e facessero un po' di autocritica su ciò che hanno fatto in questi anni: cemento, niente università, neanche città della salute, tante belle varianti e poco più. Invece nulla, tutto uguale. A me della politica dei soloni e dei loro amici non importa nulla. Se tu, Mariano, hai ancora voglia di farti incantare dalle storie dell'unità del centrosinistra e da altre cavolate del genere, in nome delle quali si consumano porcate inenarrabili, fa pure. Io no. Sempre tuo, Pippo"
    Ecco, non so se sono proprio del tutto d'accordo con lui, ma sono stato per così tanto caschetto d'oro, ho trascorso così tanto tempo e speso così tanti soldi per difendermi dalle loro querele che... Ma c'è qualcuno che vive da sempre di politica, qualcun altro dentro un bel conflitto di interesse, qualcun altro ancora che ha trovato un posto di lavoro eccetera? O sono sogni di Pippo? E tu, Franco, sei contento di come vanno le cose?
    Mariano

    RispondiElimina
  3. Ho girato la tua osservazione a Pippo, insieme alla tua domanda. Ero curioso anche io di sapere che cosa ne pensasse. Mi ha risposto più o meno così:
    "Credo di aver scritto cose vere e l'ho fatto sulla scorta di una indignazione che non riesco più a trattenere. Penso che questi siano degni allievi di Berlusca non solo per quello che fanno, ma soprattutto per come pensano. Tu, Mariano, dovresti saperne qualcosa...
    Da come fanno, da come pensano ai rapporti con i cittadini, dal modo con cui trattano la dialettica democratica, da come si atteggiano e intervengono nelle questioni... non credo che possano essere i miei candidati alla Grugliasco che verrà. Credo anche che sarebbero una sciagura. Speravo - e ancora non ho smesso di farlo - che almeno alla fine di questa stagione prendessero le distanze da pratiche brutte e facessero un po' di autocritica su ciò che hanno fatto in questi anni: cemento, niente università, neanche città della salute, tante belle varianti e poco più. Invece nulla, tutto uguale. A me della politica dei soloni e dei loro amici non importa nulla. Se tu, Mariano, hai ancora voglia di farti incantare dalle storie dell'unità del centrosinistra e da altre cavolate del genere, in nome delle quali si consumano porcate inenarrabili, fa pure. Io no. Sempre tuo, Pippo"
    Ecco, non so se sono proprio del tutto d'accordo con lui, ma sono stato per così tanto caschetto d'oro, ho trascorso così tanto tempo e speso così tanti soldi per difendermi dalle loro querele che... Ma c'è qualcuno che vive da sempre di politica, qualcun altro dentro un bel conflitto di interesse, qualcun altro ancora che ha trovato un posto di lavoro eccetera? O sono sogni di Pippo? E tu, Franco, sei contento di come vanno le cose?
    Mariano

    RispondiElimina
  4. apprezzo la tempistica con cui pippo e mariano hanno concertato la risposta.....riconosco...l 'antico vizio della politica:quella che pensa , si confronta,non cessa mai di osservare ,a volte sbaglia,a volte è debole,ma non si tira indietro dallo sperare che almeno altri, possibilmente più giovani, la rendano più pulita, più alta. ma caro mariano hai proprio ragione il berlusconismo è un atteggiamento che se ha radici lontane che affondano negli errori di una prima repubblica che pure aveva prodotto la rinascita di un paese e reso forte il senso della libertà e della democrazia ora alberga in maniera diffusa e trasversale nell anima di una politica che non vuole rinnovarsi ed è ormai distante dal suo vero significato di servizio alla gente per ridursi spesso ad un servizio per se o quando va meglio solo per la propria parte.Io per la verità un pò distrattamente osservo la deriva di questa città ,noto anchio l'eccessiva cementificazione,la lentezza delle risposte in termini di servizi ed infrastrutture, ma sopratutto la distanza ormai patologica fra il palazzo e la città, gli amministratori e la politica,e nonostante la manna delle strutture delle olimpiadi, la assoluta estraneità del mondo studentesco ed univeritario ad un cuore grugliaschese che avrebbe potuto ancor di più svegliarsi ed integrandosi arricchirsi.
    Ecco solo alcune riflessioni che tradiscono un po la mia posizione critica sulla gestione attuale...ma senza farla più lunga poichè oltre a riconoscelo negli altri anchio sono a volte posseduto da quell antico vizio dico:si apra un dibattito, si assumano iniziative di confronto, chi ha più dimestichezza e magari risorse con i nuovi media piuttosto che con i classici strumenti si attivi;solo così si potranno stemperare gli assolutismi e magari scoprire le intese ;insomma si torni a provare a far politica.credo che parteciperebbero in tanti,io per quel poco che ho da dare ci sono
    saluti Franco

    RispondiElimina
  5. sono un'abitante di Topolinia. Dicono anche che quando vado a correre nel parco la gente si gira a guardarmi il didietro! Ebbene, se questa amministrazione sospende questa pazza idea faro' jogging con tuta aderente per una settimana. Se poi mette a disposizione i 23.000 euro per far qualcosa di bello nelle scuole oltre alla tuta aderente correro' con un top. Se poi Rob no-job va a lavorare correro' nuda.....ma in questo caso sono tranqulilla: uno cosi chi se lo piglia...a parte Topo-Capo.

    RispondiElimina
  6. Verso la fine degli anni '60 il Municipio di Mosca(URSS) fu spostato da un posto all'altro. Per intenderci, il trasferimento riguardò l' edificio "per intero" ed avvenne in pieno giorno con tutti gli occupanti, compreso il Sindaco, dentro a lavorare, senza perdere neanche un minuto.
    Considerato che ( pare) anche il Comune di Grugliasco dovrebbe essere trasferito, perchè non copiare da loro?
    Tale soluzione potrebbe mettere d'accordo un pò tutti: ambientalisti, comunisti, sindachisti, ecc. evitando tutte le polemiche sorte dopo l'annuncio solenne del Sindaco.
    E non occorre neanche uno studio preliminare.

    RispondiElimina
  7. il municipio nel parco? una castroneria, vien spesso da dire speriamo che sia l'ultima, ma sempre li' a smentirti.
    Evidentemente lavorare con i soldi degli altri è di poco peso.
    E' pur vero che le minacce (velate e non) o le aggressioni, verbali ovvio, a chi mette in discussione le politiche della dirigenza si sprecano.

    RispondiElimina