Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

COLLEGNO CIVICA

Prima che parlino le urne, godiamoci la bella esperienza della campagna elettorale di Civica per Collegno e di Giovanni Lava, candidato a sindaco.
L’ultima cena? Non credo proprio...

Venerdì sera, cena finale della lista: dei candidati, degli amici e dei supporters. Giovanni LAVA intrattiene i commensali fra una portata e l’altra. Si chiuderà più tardi con una fetta di torta fra le tante che i volontari hanno preparato. Cima disteso, divertito e divertente, una bella combriccola soddisfatta di quello che ha combinato e che aspetta un risultato all’altezza.
La campagna elettorale è stata davvero intensa, come forse non la si è mai fatta a Collegno: volantini, giornali casa per casa, presenza in ogni luogo, iniziative di qualità e anche di successo. Due i fattori da sottolineare: i candidati di CIVICA sapevano di avere il migliore fra i candidati a sindaco della città.
Per questo sono andati tranquilli a chiedere il voto e a proporre idee e programmi, qualche volta ridendo dell’imbarazzo dei concorrenti, non altrettanto favoriti dalle scelte dei partiti di riferimento. La seconda è che nessuno dei candidati di CIVICA  ha agito per interesse personale, non ha perciò fatto promesse che non può mantenere e non ha parlato male degli altri perché aveva tante buone idee e intelligenze da proporre.
Certamente questa volta i Collegnesi non potranno dire di non essere stati messi nella condizione di informarsi. Se sceglieranno ancora una volta la solita cricca sarà perché hanno creduto alle sirene delle clientele o per quell’inerzia che mette gli Italiani nella condizione di fare sempre gli stessi errori, dimenticandosene il giorno dopo per poterne attribuire ad altri gli effetti venefici.
In tanti anni ne abbiamo viste di tutti i colori, abbiamo avuto gioie intensissime e delusioni cocenti. Sebbene corazzati, continuiamo a patire e gioire con la stessa intensità di un tempo. E ad aspettarci sempre che il cambiamento a cui lavoriamo arrivi, specialmente quando sappiamo di avercela messa tutta.
Dai, Collegno, facci sognare!
Mariano



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit