Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

IL COMPLOTTO

Stamattina ho corso il rischio di essere preso per matto. Ridevo davanti a una locandina del Comune e pensavo che nel mentre nel palazzo si cercava nervosamente un capro espiatorio…
Due grasse risate
Mickey_Mouse1Certe volte il destino è proprio beffardo: ti colpisce laggiù, dove sei più sensibile e, mentre lo fa, rende ancora più ridicole le tue debolezze. La storia che racconto non è un granché, soprattutto per i personaggi principali, ma rende davvero giustizia ai blasfemi che non credono in nessuna trascendenza. Delle volte la divinità si manifesta, solo che non lo fa come vorremmo noi.
Di personaggi che popolano il mondo della politica della mia città racconto sempre con dovizia di particolari, tratto delle loro debolezze e delle loro manie. Fra i tanti ce n’è uno che simboleggia tutto quello che non sopporto degli ex comunisti. Avete presente la spocchia, quell’aria di superiorità che non si sa bene se sia un residuato sovietico o semplicemente un grumo di educazione da sezione in disarmo, quel maledetto vizio di sparare giudizi e sentenze su tutti come se fossero loro il giusto il bello e il saggio? Avete presente quel modo di parlare arricciando le labbra a culo di gallina, quasi che questo conferisse autorevolezza alle minchiate che vengono diffuse nell’ambiente?
Avete presente quella seriosità che dovrebbe intimidire l’interlocutore e che serve, quando va bene, a mascherare l’insipienza di chi la sfoggia?
Quello che hanno eletto segretario del PD a Grugliasco queste qualità le ha tutte, poi le personalizza con alcune performances di cui ho già dato conto (leggi). Si chiama Pierpaolo Soncin, è anche consigliere comunale e si prende molto sul serio.
Così sul serio da lanciarsi in infinite prediche sui miei post di qualche anno fa che raccontavano di una non tanto immaginaria città e dei suoi vizi, “Cronache da Topolinia”. Storpiare i nomi? Cose da “aspiranti travaglio”, cialtroni e banali quasi quanto lui. Fare un po’ di sana presa in giro dei loro vizietti di minicasta? Lesa maestà, vorrai mica dir male di gente così capace e utile alla società. Gli unici insulti buoni erano i suoi; naturalmente non sono insulti, ma pacati e giudiziosi ragionamenti, mica minchioneggiamenti sui social network da grillini incazzati…
Bene, capita che stamane, davanti alla mia scuola, il Comune faccia affiggere la locandina di unafoto seduta della commissione consigliare di cui è vicepresidente Pierpaolo SORCIN… lui! Gli hanno storpiato il nome, i suoi amichetti!
Dato che conosco bene lui, il suo sindaco e la corte, immagino che sia già partita la caccia al colpevole di così grave lesa maestà. Naturalmente se la prenderanno con qualche dipendente incolpevole, perdendo così l’occasione di farsi quattro sane e salutari risate. Quelle che mi sono fatto io stamattina e che raccomando a tutti quelli che non amano chi si prende troppo sul serio.
Mi segnalano che l’errore potrebbe non essere tale: un supporter del topoturi potrebbe aver approfittato delle ghiotta occasione per svillaneggiare il Nostro. Sennò, che complotto sarebbe?
Guai poi a dimenticare che  “quando la nave affonda i sorci scappano”!

Mariano



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit