Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

PRIMARIE: GUARDA BENE

Riflessioni in libertà, passeggiando per Grugliasco... 
Ecco le primarie del "vincere facile"
Stamattina esco di casa, vado verso il centro e vedo il mio faccione appeso in cinquanta copie verde fosforescente, non male l'effetto...
Poi entro in un bar per un caffè e incontro subito un pensionato incazzato perché gli avevano chiesto di andare a votare per uno dei quattro candidati, si era presentato al seggio e gli avevano chiesto un euro. Lui non aveva voluto darlo perché era lì per fare un favore e non aveva alcuna intenzione anche di pagare, poi visto lo spreco di risorse a cui aveva assistito nei giorni prima: rinfreschi, magna magna, manifesti giganteschi in giro per la città, depliants a colori eccetera.
"Non avranno i miei soldi per pagarsi tutto questo", ha commentato il pensionato e se ne è andato dispiaciuto. Un altro cittadino ha sentito lo sfogo  ha detto la sua: "Io vado poi a votare il Sindaco, 'ste pagliacciate non mi vanno". Amen.
Due signori, chiaramente appena usciti dalla messa, sorseggiavano una cioccolata, mi hanno salutato e mi hanno strizzato l'occhiolino, affermando: "Deve rendere bene il mestiere del sindaco per giustificare tutte queste spese...". Vaglielo a spiegare che le indennità sono davvero basse, neanche sufficienti a una vita agiata, figuriamoci alle spese pazze e senza freni di questo mese di campagna da primarie.
Per la verità non tutti i candidati hanno mantenuto questo profilo di scialo e ostentazione, il gradasso l'ha fatto soprattutto Montà, come nel suo costume, spalleggiato dallo squallore che il suo amico sindaco, anche in questi giorni, ha sparso a piene mani, alimentando mafiosaggine, conflitti e miseria umana. Anche qui niente di nuovo, ma colpiscono sempre la pochezza e la meschinità, davvero senza limiti.

A questo proposito, ieri al mercato un conoscente mi ferma per commentare le primarie e mi dice (ennesino cittadini e per l'ennesima volta): "Mazzù e Montà li hai cresciuti e voluti tu...", lasciando intendere di chissà quali mie terribili responsabilità. Riporto la risposta che gli ho dato - con la solita asprezza che mi contraddistingue - per segnare il limite: "La prima volta (2002) lo ho cresciuti e voluti io, poi li avete presi in carico voi e si sono trasformati nei mostri che sono diventati. A voi centrosinistri piacevano così tanto che, non contenti, nel 2007 li avete voluti per altri cinque anni nonostante il sottoscritto vi avesse messo in guardia in tutti i modi."
In conclusione una precisazione, ormai inutile oggi, ma dovuta: il rappresentante dell'IdV ha manifestato la contrarietà del suo partito alla mia esclusione, a differenza degli altri che hanno bevuto tutti i diktat dei demos.

Da domani cominciamo davvero a costruire il futuro di Grugliasco, di persone che hanno voglia di lavorarci ce ne sono, le intelligenze non mancano. Tranquilli: per i finanziamento non chiederemo a Montà come fare a ottenerli.

Mariano




Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit