Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

FELICE FERRAGOSTO

Una bella festa religiosa, che peraltro ci ritroveremo anche negli anni a venire. Non come il 25 aprile o il I maggio: quelle alla domenica dopo!
natalemariano1Questo è un meraviglioso biglietto di auguri che ho ricevuto nel Natale 2008, l’ha fatto Fabio Sgorlon. Direte: che cosa c’entra con Ferragosto?
C’entra eccome! Se abbiamo creduto di vivere in un paese che andava avanti nonostante tutto, se abbiamo pensato che fottere il nostro vicino ci portasse del bene, che fare gli sgambetti agli amici valorizzasse le nostre capacità, che la politica fosse solo una questione di cordata e di amicizie… che bastasse un bel sorriso, condito da qualche mentina…
Che non pagassero sempre i soliti, che ci fosse un’opposizione degna di questo nome, che costruire case sempre è solo una questione di progresso, che le nostre disgrazie e le nostre pigrizie sono colpa della società e che noi non abbiamo mai alcuna responsabilità.
Che bastasse far fuori quelli bravi per invocare subito dopo il merito, che le regole valgono per tutti meno che per noi, i nostri famigliari e i nostri sodali.
Che circondarsi di servi è meglio che scegliere collaboratori capaci e pensanti. Che è meglio conservare oggi, e con ogni mezzo, che rischiare che qualcuno più bravo di noi ci porti via la sedia.

Insomma, se abbiamo creduto in tutte queste cose e in molte altre ancora - incluso il sacro potere delle mentine e del doppiopetto blu, per non parlare del finto-federalismo leghista, del libero mercato della P4 e del velinismo come scelta di vita – possiamo ben credere che Mick Jagger stia cantando a cavallo di un riff del sottoscritto. Questa volta con qualche difficoltà in più a rialzarsi da quella scomoda posizione, tanto rock. 

Mariano



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit