Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

LA SCIATTERIA

Cura, rispetto, attenzione e considerazione: cominciamo da noi.

Guardate questa immagine: mi sembra la perfetta rappresentazione della sciatteria italica: in fondo dovevano fare le strisce, mica pulire la strada!
"Non è di mia competenza", "Non è sotto la mia responsabilità", "Con i quattro soldi che mi danno", "Se l'esempio non lo danno i dirigenti, perché dovrei proprio io?", "Ma non vedi il governo, i partiti, il parlamento..."... e il paese scivola verso il fondo.
Negli enti pubblici i dirigenti pensano a produrre la carta che giustifica i loro premi a fine anno, nel mentre si parano il culo allontanando da sé le responsabilità delle decisioni e anche il piacere di contrapporsi a quei politici che reclamano prebende e incarichi per i loro protetti. Se il lavoro non è fatto bene, non importa, non è di loro competenza, basta che tutta la carta sia a posto.

Nelle imprese idem, con l'aggravante della crisi economica che si fa sentire con prepotenza sotto forma di cassa integrazione, mobilità e licenziamenti. Non restano quasi mai i più bravi, quelli davvero indispensabili. Si preferisce tenere i parenti del caposquadra, il figlio del fornitore che ti passa la stecca a Natale, l'amico leccaculo o raccomandato.
E' così dappertutto e ognuno contribuisce - nel suo piccolo o nel suo grande - a questo clima di generale sciatteria contro cui sbattiamo ogni giorno.
Davanti allo sportello pubblico o in banca c'è una coda spaventosa e ci sembrerebbe naturale che gli impiegati che fanno altro smettessero per servire i clienti? Sbagliato: ognuno continua allegramente a farsi i cazzi suoi, non è mica un problema loro!
C'è una persona che non riesce a compilare il modulo - costruito da un pervertito e talmente astruso che bisognerebbe obbligare la sua famiglia a dare spiegazioni alle vittime? - e avrebbe bisogno di aiuto? Non uno che si muova, nemmeno quelli che sono pagati per quello...
Stai aspettando dal medico da oramai più di un'ora e non sai quando passerai? Devi incavolarti prima che qualcuno si faccia vivo per dirti di quanto è il ritardo, bastava che te lo dicessero per tempo, è una forma elementare di educazione.
Così funziona l'Italia e così funzionano gli Italiani. Ma così facendo non andranno da nessuna parte perché costringeranno il loro paese a rincorrere la sciatteria in una gara che finisce col disastro.
Una bella battaglia civile è quella di pretendere rispetto e cura da chi è pagato per farlo. Non basta solo litigare, bisogna anche pretendere cura e considerazione.
Lo faccio spesso (litigare con gli sciatti e le sciatte) e lo farò sempre di più... ovviamente cercando di contraccambiare nel mio lavoro e nelle mie attività sociali.

Mariano



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit