Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

DOPO IL LAMBRO, NON SUCCEDERA' NIENTE


Dunque il gasolio continua la sua strada verso il mare, i vertici della Protezione Civile abbandonano le massaggiatrici per affrontare l'emergenza. Animali che muoiono, rive inquinate, danni incalcolabili e difficili da riparare, difficoltà a intervenire.
Insomma un disastro, che sarà ancora più grande quando, nei prossimi giorni, si scoprirà che il depuratore di Monza è in tilt e che le fogne sversano direttamente nei fiumi.
Se non fosse un dramma si potrebbe fin d'ora azzardare un'ipotesi: nessuno pagherà, si faranno tante parole, proclami e passerelle mediatiche. Ma alla fine nessuno pagherà, forse un addetto di ultimo livello, il classico poveraccio che finirà sulle prime pagine dei giornali. Con buona pace degli Italiani dormienti.

Mariano



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit