Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

Scuola modello improvvisazione.


 
"Scuola: innovazione o improvvisazione?". E' il titolo dell'incontro in programma martedì 26 maggio, a partire dalle ore 21, presso il centro incontri "Santa Marta" dell'omonima piazzetta di Ivrea, organizzato da CIVICA, il movimento democratico che si presenta alle elezioni provinciali di Torino.
Il polverone sollevato sul finire del 2008 dalla riforma Gelmini e la ricaduta che la stessa riforma avrà sul prossimo anno scolastico saranno al centro della discussione che conterà sulla partecipazione di Martin Dodman, pedagogista della Liberà Università di Bolzano; Ernesto Filoni del Coordinamento genitori nidi, materne, elementari e medie di Torino; Mariano Turigliatto, presidente del Gruppo consiliare "Insieme per Bresso" e componente della Commissione istruzione del Consiglio regionale.
Come partirà l'anno scolastico 2009/2010? Cosa dire sugli incidenti occorsi in occasione del recente '"University Summit" di Torino? Perché negli ultimi quindici anni i Governi nazionali hanno gradualmente ridotto i fondi riservati all'istruzione e fatto precipitare l'Italia al fondo della graduatoria dei paesi Ocse?
A queste e altre domande proveranno a rispondere i tre relatori della serata che verrà moderata dal dirigente scolastico Reginaldo Palermo. Proprio Mariano Turigliatto e Reginaldo Palermo sono due tra gli attori principali di “Un computer per ogni studente”, l’iniziativa che – con il supporto di Olitalia, Intel e Microsoft - ha permesso agli studenti di due scuole elementari di Rivoli e Pavone Canavese di svolgere la propria attività didattica su piccoli pc portatili.
“Un computer per ogni studente” ha peraltro riportato grande successo alla recente Fiera del Libro di Torino: lo stand del ministero dell’Istruzione ne ha ospitato l’attività che ha coinvolto centinaia e centinaia di giovani studenti.

 



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit