Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

"La buona politica non esclude".

Ecco il testo della lettera aperta inviata martedì scorso da Mariano Turigliatto al deputato del Pd, Stefano Esposito, che pochi giorni prima aveva sollecitato l'estromissione di "Insieme per Bresso" dalla maggioranza del Governo regionale.

Turigliatto scrive a Esposito, racconta la nascita di CIVICA e spiega il modus operandi che ne caratterizza il metodo di lavoro e di intendere la politica.


di Mariano Turigliatto
Caro Stefano,
un certo numero di colleghi e amici del PD mi ha raccontato di un ordine del giorno che tu avresti presentato nell'ultima riunione del Coordinamento del tuo partito in merito alle iniziative politiche del sottoscritto, raccomandandone l'estromissione dalla maggioranza in Regione. Mi hai dedicato del tempo e perciò vorrei dedicartene un poco anche io.

Ci siamo conosciuti nell'autunno del 1997 a Grugliasco; il tuo partito, insieme con la destra e larga parte della sinistra, mi aveva silurato come sindaco determinando il commissariamento del Comune, le forze politiche si confrontavano per decidere come presentarsi alle elezioni di novembre che si stavano avvicinando. Tu eri, mi pare, responsabile per gli enti locali della segreteria provinciale dell’allora Pds e ti occupavi di cercare il rimedio alla cavolata che avevano fatto i tuoi compagni di partito con il golpe che avevano consumato. Ti vidi trattare con le liste civiche e i Verdi con la consapevolezza e la sicurezza di rappresentare il partito più grande e forte, quello che doveva e poteva pretendere di dettare le regole agli altri. Capii subito che avresti fatto strada: eri
determinato, preparato, sgobbone e coraggioso. Nel caso di Grugliasco fosti però sfortunato: alle elezioni di novembre 1997 io - sostenuto da sole liste civiche e avversario dei partiti dell’intero arco costituzionale - venni rieletto sindaco al primo turno, il tuo partito dimezzò i voti e finì all'opposizione, dalla quale proprio il sottoscritto lo ripescò cinque anni più tardi.



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit