Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

Regione, centomila euro per Gaza.

 
di Patrizio Brusasco

E' notizia di pochissimi minuti fa: il Consiglio regionale del Piemonte ha deliberato l'approvazione al finanziamento per il progetto di emergenza a Gaza.
A seguito delle note vicende belliche tra Hamas e Israele,  che hanno avuto ancora tragicamente come protagonista la Striscia di Gaza, è scattata l'emergenza umanitaria internazionale e ovviamente degli Stati nazionali, fino agli Enti locali.
Proprio qualche minuto fa, nell'Aula consiliare della Regione Piemonte, è stata approvata la proposta di deliberazione n. 422 che dà il via al finanziamento del progetto di emergenza a Gaza, supportata a livello normativo dalla legge regionale 28 gennaio 1982, n.4.
La presente proposta è stata avanzata dal Comitato regionale di Solidarietà al Consiglio regionale del Piemonte che, in base all'articolo 1, comma 1 della suddetta legge regionale n.4/1982, può deliberare, nell'ambito delle competenze regionali, interventi di soccorso a favore di popolazioni colpite da calamità naturali o catastrofi, ovvero per altre situazioni che comportino grave danno o pericolo all'incolumità delle persone e dei beni.
La delibera, che recepisce la proposta del Governo centrale verso le Regioni italiane per partecipare a un'azione umanitaria d'emergenza comune a favore della popolazione civile di Gaza,  prevede lo stanziamento di  50 mila euro, destinato all'acquisto di generi di prima necessità, da inviare presso il centro di raccolta nazionale; il finanziamento di ulteriori 50 mila euro da destinarsi a successivi interventi nella Striscia di Gaza, nonché l'attivazione del conto corrente postale n. 480111, intestato a Regione Piemonte - Comitato di solidarietà, per eventuali sottoscrizioni, sia da parte di soggetti pubblici che privati.
La Regione Piemonte, attraverso gli organi istituzionali della Giunta e del Consiglio regionale,  si pone dunque come capofila sul territorio regionale della raccolta fondi per l'emergenza dei civili della Striscia di Gaza, con il contributo altresì personale di assesssori e consiglieri.
"Con questo provvedimento - ha dichiarato Mariano Turigliatto -, pur nella difficile situazione congiunturale internazionale e locale, speriamo di fornire il nostro contributo per l'ennesima emergenza umanitaria che tocca drammaticamente le popolazioni civili della Striscia di Gaza, quasi sempre vittime di interessi e di ideologie esasperati e dissennati. L'approvazione di questa delibera - conclude il presidente di Insieme per Bresso - cade peraltro all'indomani delle auspiciose dichiarazioni rilasciate dal presidente degli Stati Uniti alla televisione Al-Arabya, che potrebbero aprire una nuova stagione di pace, al di là delle responsabilità degli uni e degli altri, tra palestinesi e israeliani".
 
 



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit