Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

Stop libri, a scuola con il computer.

 

Primo giorno di scuola con molte novità  - alcune effettive, altre solo annunciate, tutte perlopiù sgradite  – che interessano studenti, genitori e docenti. Il mese di ottobre porterà invece una novità che interesserà le scuole elementari di Rivoli e Pavone Canavese: i libri di testo dei bambini saranno sostituiti da un piccolo computer a basso costo e ultraportatile, comodo da mettere nello zainetto per essere portato anche a casa.
L’iniziativa si chiama “Un computer per ogni studente” ed è stata promossa dal gruppo consiliare Insieme per Bresso che nei giorni scorsi ha stipulato l’accordo con le elementari di Rivoli (Primo circolo) e Pavone Canavese, nonché con il “Majorana” di Grugliasco. Agli allievi della classe Quarta A dell’Istituto tecnico di Grugliasco toccherà preparare e occuparsi della manutenzione dei “JumPC” messi a disposizione da “Olidata” per i bambini delle due scuole elementari.
Il Primo circolo di Rivoli effettuerà una sperimentazione che durerà per l’intero anno scolastico e coinvolgerà tutti gli allievi della classe Quinta A. Durerà invece per il primo quadrimestre l’esperienza di Pavone Canavese.
Un pool di insegnanti composto da Dario Zucchini, Paola Limone e Marco Guastavigna ha predisposto unità didattiche rivolte ai docenti che si misureranno con l’insegnamento attraverso l’ausilio dei pc. Lo stesso pool monitorerà con costanza il progetto: nei primi mesi del 2009 sarà già possibile compierne un’analisi e diffonderne i dati attraverso un tavola rotonda.
“In questo modo – ha detto Mariano Turigliatto – contiamo anche di ridurre gradualmente l’utilizzo dei libri e il divario digitale che si separa dalle altre nazioni europee”.

 



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit