Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

La violenza in tv.

  

Il post che vi proponiamo oggi è comparso pochi giorni fa su Targatocn, quotidiano online di Cuneo e ci è stato segnalato dall'autore, amico del gruppo e consigliere comunale di Cuneo Fabio Di Stefano che interviene sul tema dei rapporti tra giovani e televisione.

di Fabio Di Stefano

"Egr. Direttore, Le invio alcune mie considerazioni:
Sono allibito per le immagini(che mi hanno riferito), trasmesse dai vari telegiornali... un tir che invade la corsia opposta finendo addosso ad altre autovetture, facendo una strage.
Capisco che bisogna fare informazione, ma dov´è finito il rispetto per i familiari delle vittime, e non solo, molti credono che queste immagini servano a far sì che si vada più piano, che la gente sia prudente...Mi dispiace io non la penso così...
Queste immagini, come tante altre fanno molto male, metti in circolazione paura, e soprattutto nei bambini vengono memorizzate e mai più dimenticate!
Pensate ad un tizio che viaggia in autostrada... che per un attimo rivede le immagini trasmesse in televisione... potrebbe bloccarsi dalla paura e sbagliare manovra...
In effetti dopo qualche giorno si sono verificati incidenti stradali simili, con auto che viaggiavano in contromano.
La violenza e l'efferatezza nella televisione in genere, è diventata ormai quotidianità, e nei telegiornali pur di fare più ascolti si mandano in giro video crudeli e atroci, è diventato un rito macabro... la morte in diretta che fa spettacolo!!
C´è un limite a tutto credetemi... noi siamo adulti... ma il nostro futuro ossia i bambini non traggono benefici da queste atrocità!!!
E più circolano notizie di questa violenza, e altrettante ne saltano fuori quasi attratte!!!
Tante sono le famiglie che si riuniscono ad ora di cena, con bambini piccoli, che percepiscono qualsiasi immagine o suono... a volte ci sembrano distratti, ma i loro sensi sono superiori rispetto all´adulto!
E pensare che la televisione potrebbe essere uno strumento stimolante e di crescita, attraverso un informazione pulita, cristallina e neutrale, senza violenza... è mai possibile che la nostra società sia interessata soltanto alle scene violente... e che l´utente richieda soltanto questo?
Io non credo... il bello è, che poi ci scandalizziamo per un bacio passionale in un film romantico...
Bisogna CAMBIARE, se proprio non si può istituire un organo di controllo che verifichi la possibilità di non mandare in onda certi video, credo sia necessario, lo dico soprattutto ai genitori, alla gente comune... cambiate canale... quando propongono queste scelleratezze... gli ascolti si abbassano... e forse... chissà, si stancheranno di proporcele!!!
Se la televisione continuerà a comunicarci... violenza... i risultati saranno identici... ossia altra violenza... odio...
Non esagero quando dico che la televisione è un microchip virtuale che tutti abbiamo innestato nel nostro cervello... chi lo sa... prende precauzioni... chi non lo sa ne viene catturato... tanto da diventare spesso violento, senza rendersene conto...
Io credo in un mondo diverso... e sono certo che tanta gente come me ne è convinta... ma cominciamo a sbarazzarci di queste tossine psichiche...
Informazione si...ma decente... immagini pure... ma positive...
Televisione... si... ma come strumento educativo..."

 



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit