Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

Scampato pericolo.

 Thomas Sankara

 di Dida Neirotti

Ogni tanto la mobilitazione paga.
Gli organizzatori del Premio Galilei pensavano di assegnarlo quest'anno a Blaise Campaorè, Presidente del Burkina Faso e responsabile dell'assassinio di Thomas Sankara, precedente Presidente e grande riformatore.
Il premio, tra l'altro, aveva come motivazione "Premio speciale per l'impegno nella mediazione dei conflitti etnici e sociali".
Riportiamo l'articolo comparso sul sito di peacelink, a seguito del quale la quantità di mail di protesta ha indotto gli organizzatori a rinunciare al conferimento del premio.

"Il Premio Galileo a Blaise Compaoré è una vergogna intollerabile. Consideriamo oscure le ragioni che hanno portato a tale scelta, vista l'implicazione di Compaoré nell'assassinio del presidente Thomas Sankara, per pochi anni speranza dell'Africa libera."
18 giugno 2008
 

APPUNTAMENTO IL 25/6 ALLE 19 DAVANTI ALL'ISTITUTO D'ARTE DI FIRENZE A PORTA ROMANA PER UNA FESTA DI CONTESTAZIONE

Il 25 Giugno 2008 il presidente del Burkina Faso Blaise Compaoré riceverà a Firenze nell'Istituto d'Arte di Porta Romana il Premio Galileo 2000 per la mediazione nei conflitti etnici e sociali.
Consideriamo oscure le ragioni che hanno portato a tale scelta, vista l'implicazione di Compaoré nell'assassinio del presidente Thomas Sankara, per pochi anni speranza dell'Africa libera. Se ciò non bastasse, Compaoré è riconosciuto da un rapporto dell'ONU del 2004 come organizzatore di traffici con l'UNITA che alimentavano la guerra civile in Angola, così come ha poi fatto con Charles Taylor nella lucrativa e creata ad arte guerra civile in Liberia e in Sierra Leone e nel recente conflitto in Costa d'Avorio.

 



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit