Seguimi su Twitter | Facebook | Scrivimi una E-Mail | Iscriviti al Feed RSS

Anomalie.

Un amico del gruppo ci invia una breve - ma pesante - riflessione sulla politica italiana basata sulla sua esperienza di una vita e sulle sue riflessioni personali. È un mini resoconto per punti sullo stato del nostro paese dal punto di vista di una persona onesta e arrabbiata. Immediato e impietoso come un'istantanea, ci ha fatto riflettere, così lo pubblichiamo.

di Paolo Merlo 

Il nostro è un paese anomalo rispetto alle altre democrazie occidentali: ipoteca controriformista saldamente gestita dal Vaticano che purtroppo risiede nel nostro territorio; criminalità organizzata che controlla quasi interamente l'intera parte meridionale con forti influenze sul resto del paese; cultura fascista (Eugenio Montale: "fascismo inconsapevole"); basso livello generale di istruzione della popolazione facilmente manipolabile dal monopolio televiso; centrodestra affarista e privo di limiti morali e legali; centrosinistra perennemente indebolito dalle divisioni e dal narcisismo individualista.

Ci resta la speranza che da qualche parte riesca a emergere anche da noi uno Zapatero, nel frattempo tenuto artatamente nascosto da una classe politica autoreferenziale.

 



Mariano Turigliatto © 2010 | www.marianoturigliatto.it | Powered by OneBit